#global {display:none;}
Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
11 décembre 2008 4 11 /12 /décembre /2008 23:13

Je vous en parlais déjà il y a quelques semaines, le Giro d'Italia fêtera son centennaire en mai prochain, du 9 au 31 très exactement.

A deux jours de la présentation officielle à Venise (qui acceuillera le départ), les rumeurs vont bon train et amène TuttoSport (http://www.tuttosport.com/) à publier ce que sera très certainement la carte du Giro 2009. Nombreux transferts et déplacements pour la caravane ou plutôt la carovana rosa.

A noter que les dolomites arriveront dès les premiers jours de course, et que Milan, traditionnel lieu d'arrivée, sera cette année peut-être deserté par le Giro (je n'y crois pas trop tout de même puisque le siège de Rcs sport, l'organisateur s'y trouve).

Un très long et difficile chrono de 61 à 63 km aura lieu à mi parcours le profil pourrait être celui-ci :

 

Les derniers kilomètres de l''étape de Bologne se feront sur la magnifique route longée d'arcade avec des zones à 18% qui monte jusqu'au monastère de San Luca surplombant la ville. Naples ne sera pas oubliée, là encore avec des paysages merveilleux et une escalade du Vésuve dans les tous derniers jours.

Le final qui pour une fois ne sera pas un chrono se transformera certainement en gigantesque parade dans les rues de la capitale autour de la Piazza di Spagna et du colisée.


 

Alors que le Tour de France 2009 passera par le Val d'Aoste et que celui de 2008 a fait étape à Cuneo, le Giro 2009 passera en terre française pour son centennaire. C'est de cette même ville que s'élanceront les coureurs pour rejoindre Pinerolo via les cols de la Maddalena, de Vars, d'Izoard, deMongenevre et de Sestriere avant de redescendre vers l'arrivée. 60 ans après ce sera un remake de l'une des plus grandes pages d'histoire du Giro avec la chevauchée de Coppi.


Sabato sera (http://www.sabatoseraonline.it/) propose un parcours très proche :
Questa la lista ufficiosa delle tappe del Giro d'Italia 2009.

1° tappa (Crono a squadre) Lido di Venezia
2° tappa Jesolo – Trieste
3° tappa Grado – Valdobbiadene
4° tappa Padova - San Martino di Castrozza
5° tappa S.M. di Castrozza - Alpe di Siusi
6° tappa Bressanone – Mayrhofen
7° tappa Innsbruck – Chiavenna
8° tappa Morbegno – Bergamo
9° tappa Milano – Torino
10° tappa Cuneo – Pinerolo
11° tappa Pinerolo – Arenzano
12° tappa (Crono) Sestri Levante - Riomaggiore
13° tappa Camaiore – Firenze
14° tappa Campi Bisenzio - Santuario San Luca
15° tappa Forlì – Faenza
16° tappa Pergola - Monte Petrano
17° tappa Chieti – Blockhaus
18° tappa Sulmona – Benevento
19° tappa Avellino - Monte Vesuvio
20° tappa (Crono) Napoli – Anagni
21° tappa Roma

Le anteprime sul Giro d’Italia 2009

Si parte da Venezia e si arriva a Roma. E torna la “mitica” Cuneo-Pinerolo.
 

Ciclismo. Sul percorso del Giro d'Italia del Centenario le voci hanno cominciato a circolare da tempo. Prima le indiscrezioni sull'arrivo, alquanto inedito, a Roma, poi si è cominciato a parlare della crono a squadre nel Lido di Venezia, poi pian piano, in rete, sono apparse tutte le tappe, con indicazioni date dai luoghi contattati per le partenze e per gli arrivi. Un'idea generale su come si svilupperà, prima della presentazione ufficiale di sabato 13 dicembre, è facile da farsi. La prima tappa, come detto, si svolgerà al Lido di Venezia il 9 maggio 2009, e sarà una cronometro a squadre. A dare la notizia è stato proprio il sindaco della città lagunare alla fine di ottobre. La tappa sarà senz'altro affascinante, con i corridori impegnati a costeggiare le acque del lido più famoso del mondo, prima di cominciare ad affrontare, in modo inverso rispetto al solito, le Dolomiti. Le tappe di montagna più impegnative, infatti, dovrebbero essere proprio nella prima settimana abbondante, cosa che creerà una certa selezione impedendo a molti velocisti di arrivare in forma per gli arrivi in volata. Da segnalare, sempre secondo le prime voci, ci sarebbero l'arrivo, e successiva partenza il giorno seguente, di San Martino di Castrozza e lo sconfinamento in Austria con partenza, nella settima tappa, da Innsbruck per arrivare a Chiavenna. Di sicuro interesse anche la salita all'Alpe di Siusi, nella quinta tappa, e la decima giornata da Cuneo a Pinerolo che celebra la più grande impresa nella storia del ciclismo quando, nel 1949, Coppi scalò in una fuga solitaria il Col della Maddalena, il Vars, l'Izoard, il Monginevro e il Sestriere. Altra tappa interessante, che probabilmente farà la differenza nel gruppo, e potrebbe già dare le prime indicazioni di forma dei vari corridori in lizza per la maglia Rosa di Roma, è la dodicesima. La Sestri Levante – Riomaggiore è una cronoscalata di 60 km, adattissima ad Armstrong, che presenta una serie di strappi micidiali essendo disegnata nelle Cinque Terre. A livello di panorama siamo dalle parti del meraviglioso, ma una crono così lunga e impegnativa a metà del Giro non sembra un'idea tanto stupenda. Dopo la Camaiore – Firenze, il Giro d'Italia si sposta in Emilia Romagna con l'arrivo bolognese sui colli del Santuario di San Luca, salita micidiale che pellegrini e appassionati del giro dell'Emilia-Romagna conoscono bene. Altra tappa certa è la Forlì – Faenza, dopo che Rimini ha dovuto rinunciare all'arrivo. Una tappa che dovrebbe arrampicarsi sull’Appennino Romagnolo con una possibile ascesa al Monte Trebbio. Il Giro poi si sposterà verso sud dove trascorrerà l'ultima settimana. Particolarmente affascinante, sulla carta, sono gli arrivi del Blockhaus, nella 17° tappa, e quello sul Vesuvio, previsto alla terzultima. Il Blockhaus, in Abruzzo, è la salita più dura della corsa rosa di quest'anno. La tappa dovrebbe essere piuttosto breve, si parte da Chieti, ed è l'arrivo il vero nodo da sbrogliare. Già altre volte il Giro è salito sul colle ma solo la prima volta, quarant'anni fa, è arrivato fino in cima. L'ultima volta, nel 2006, Basso alzò le mani sotto il traguardo al Passo Lanciano, praticamente a metà strada. Vedremo, quest'anno, a quale piano decideranno di far salire i corridori. La tappa con l'arrivo sul vulcano Vesuvio offrirà certamente più di un motivo di interesse e curiosità. La tappa finale, con arrivo a Roma il 31 maggio 2009, sarà una cronometro, motivo in più per rimanere incollati alla corsa fino all'ultimo corridore destinato a tagliare il traguardo. ((http://www.sabatoseraonline.it/) 



Samedi vous pourrez retrouver les information sur  http://www.gazzetta.it/Speciali/Giroditalia/2009/ qui est en cours de construction ou vivre la présentation en direct sur la Rai Tre (on-line également ?)



Si le parcours s'annonce magnifique, le plateau ne le sera pas moins puisque les derniers vainqueurs du Giro seront présents : A.Contador (2008) - D. Di Luca (2007) - I. BAsso (2006) D. Cunego (2004) G. Simoni (2003) viennent s'y ajouter le dernier vainqueur du Tour de France - C. Sastre, le champion du Monde - A. Ballan et de nombreux leaders comme D. Menchov, C. Evans....et enfin le septuple vainqueur du Tour, l'américain Lance Armstrong !

A se demander si d'ici là Cipollini et Bettini ne vont pas reprendre du service !

Partager cet article

Repost 0
Published by Sport Goodies - dans Giro d'Italia
commenter cet article

commentaires

#global {display:none;}